mipiace

Trucchi per risparmiare fino al 50% di benzina.

Consumi  auto reali e dichiarati Tutti parlano dei consumi dichiarati delle auto: alla TV o nelle riviste specializzate fanno anche i confronti più diabolici tra i vari modelli, ma pochi vi dicono che se un modello consuma il 3% in meno di un altro, lo stile di guida può invece farvi consumare fino al 50% in meno. E si parla di stile, quindi fatto lo sforzo iniziale nell'imparare gli accorgimenti di seguito spiegati vi verrà tutto quanto in automatico, come un'abitudine, e sarà un risparmio gratuito.

Un po' di teoria: - Il pedale dell'acceleratore è come la leva di un rubinetto: più si preme e più carburante viene consumato. Però non è che più carburante viene cosumato e più strada si fa: si accelera un po', certo, ma si consuma molto di più (i motori hanno un'efficienza che precipita col crescere della potenza richiesta); addirittura con alte marce e bassi regimi, da premerlo appena a premerlo tutto non cambia niente in prestazioni ma tutto in consumi (anzi, se il regime è troppo basso (< 1500 giri/min circa) e affondate l'acceleratore, il motore ha troppo poca coppia e "stenta" (vibra) per l'eccesso di iniezione di carburante e non credo neanche che gli faccia bene). Più alta è la marcia e meno si cosuma; senza esagerare ovviamente, per il motivo descritto appena sopra... è come le marce delle biciclette: se troppo basse pedalate a vuoto, se troppo alte non riuscite a pedalare.

Diceva Galieli: "un corpo in moto rettilineo uniforme permane in tale stato in assenza di attrito". Infatti per mantenere l'auto ad una velocità costante serve giusto il carburante per controbilanciare gli attriti (dell'aria, delle ruote e del motore stesso): in strada piana, in 5ª, a 60 Km/h costanti (per il mio motore è la velocità più efficiente dato che è la velocità minima che posso tenere in ultima marcia), acceleratore premuto il minimo necessario, consumo 3.0 L/100Km. Il grosso viene invece consumato in accelerazione sopratutto da fermi: quando parto in prima il consumo istantaneo schizza a 25.0 L/100Km; provate voi stessi a spingere un'auto (a me è capitato parecchie volte): farla partire è faticoso, ma quando ha raggiunto la velocità basta un dito.


Il frenare di per sè non consuma carburante ma indirettamente butta al vento (tramite la dispersione in calore dell'energia cinetica dell'auto) il carburante che avevate usato prima: se frenate vuol dire che prima avevate inutilmente usato troppo acceleratore; per capirci sarebbe come far troppo da mangiare e poi buttar via gli avanzi. Con marcia inserita e acceleratore non premuto in teoria si consuma zero carburante, a meno che il regime non scenda troppo in basso (< 1300 giri/min circa) e l'inezione elettronica non debba erogare benzina di sua iniziativa per tenere il minimo. Quando è "freddo", il motore è molto meno efficiente: nel primo minuto consuma addirittura il doppio; quindi nei primi 5 minuti circa state più attenti del solito. Quindi: Quando partite accelerate il meno possibile senza credere di essere alla partenza di un gran premio di F1, il minimo per poter salire con le marce. Tenete la marcia più alta possibile: quando siete in fase di accelerazione, anzichè tirare le marce e raggiungere alti regimi, mettete la marcia successiva il prima possibile, mentre quando si è in andatura costante col mio motore io tengo la 4ª per andare fino ai 60 Km/h, e la 5ª oltre. Quando avete raggiunto la velocità e la marcia desiderate di crociera, togliete il piede dall'acceleratore e ripremetelo delicatissimamente, finchè non sentite che il motore torna a erogare carburante il minimo per cui l'auto mantenga la velocità e non rallenti (dovreste sennò poi riaccelerare).

Se dovete accelerare ad es. a seguito di un piccolo rallentamento, non premete l'acceleratore a fondo ma provate a premerlo delicatamente: all'inizio sembrerà non avere effetti ma se aspettate qualche secondo acquisterete un po' di velocità e potrete progressivamente accelerare sempre di più. Se anche premendo delicatamente l'acceleratore l'auto non accelera o addirittura il motore "stenta", allora scalate marcia. Nelle discese o quando sapete che dovete fermarvi poco avanti, invece di continuare ad accelerare e poi frenare (= carburante buttato al vento), non toccatelo proprio l'acceleratore e consumerete zero carburante. Frenate il meno possibile; non dico di andare a sbattere, ma di evitare di dovervi torvare nelle condizione per cui è necessario farlo, quindi: o non andate troppo veloci (nel traffico il tempo che ci mettete a viaggiare non dipende da voi e da quanto accelerate, ma dal traffico stesso, se è un gruppo, una fila; faccio sempre caso alle auto che mi sorpassano e corrono: dopo 5 km sono sempre pochi metri avanti o al massimo in anticipo di max 1-2 minuti: se dovete correre a fare un lavoro per cui guadagnate più di 1 euro al minuto ok, ma negli altri casi...). o non state troppo vicini a chi vi precede: più lasciate margine e più riuscirete a mentenere una velocità costante, non dovrete così frenare, mettere marce più basse o addirittura fermarvi per poi ripartire da fermi. Qui non solo risparmiate carburante, ma paradossalmente andate più veloci. Vi spiego: il guidatore comune sta appiccicato a chi lo precede; quando capita che questa auto che la precede debba svoltare, il guidatore comune frena e spesso addirittura si ferma; poi, quando torna ad avere la strada libera, riparte. Io invece, che ero più distante, arrivo che l'auto ha ormai svoltato, però io sono alla mia velocità di crociera e (a 3.0 L/100Km) sorpasso (virtualmente) il guidatore comune che è lì fermo in fase di ripartenza e sta pure consumando 25.0 L/100Km. o se state arrivando ad un semaforo col verde scattato da poco e con le auto ancora incolonnate, anzichè arrivare a tutta velocità, fermarvi e ripartire da fermi, cercate di massimizzare la velocità minima, cioè rallentate ad una velocità (che col tempo imparerete a stimare ad occhio) tale per cui arriverete dietro all'ultima auto incolonnata che pero è appena ripartita e quindi non dovete fermarvi, ma al massimo scalare in terza o seconda marcia, evitando la costosa ripartenza da fermi. Discorso simile nel caso di un rallentamento ad es. per un'auto che sta svoltando più avanti: appena ve ne accorgete non continuate ad accelerare ma frenate in modo da non dovervi poi fermare. Se siete in una fila di auto che procede dietro un mezzo lento come un camion, cercate di adeguare la vostra velocità a tale mezzo e non alle auto davanti: quasi sempre la velocità di quest'ultime sarà eccessiva e si ritroveranno in un tira e molla di frenate e riaccelerate; voi mantenete un margine di distanza con l'auto che precede, andate alla velocità del mezzo lento e lasciate fare quello che vogliono alle auto in mezzo.


Quando siete fermi, stateci veramente. Vedo continuamente gente che, quando è sopratutto ad un incrocio che cerca di passare, anzichè stare con frizione e freni premuti lavora di frizione ed acceleratore, facendo piccoli passi avanti; consumate più carburante e frizione e rischiate di fare la fiancata alle auto che incrociate. Solo quando avete stabilito che avete via libera, lasciate il freno e partite. Controllate periodicamente la pressione delle gomme: se sgonfie infatti hanno più attrito al rotolamento (oltre a deteriorarsi prima ed essere pericolose). Abbiate una certa manutenzione anche di altre parti dell'auto, ad es. un filtro dell'aria sporco ha la sua incidenza. Un aiuto considerevole può darlo l'istallazione di un filtro dell'aria sportivo in sostituzione all'originale, i quali Pilot, BMC o K&N che io stesso fornisco alla clientela che intende voler consumare meno carburante con la propria auto. Non tenete inutili carichi pesanti nel veicolo: più è pesante l'auto e più carburante ci vuole per accelerarla. Al crescere della velocità l'aerodinamica inizia ad incidere sui consumi: attenti quindi a inutili appendici estetiche tipo spoiler alla Lancia Delta Martini Racing o ai finestrini inutilmente aperti. Anche i portapacchi incidono sull'aereodinamica: fanno consumare carburante ad alti regimi quindi toglieteli dal tetto qualora non vi servono. In autostrada ci sono due problemi: l'attrito dell'aria che inizia a farsi sentire e le marce che sono finite: il mio motore ai 95 Km/h consuma 4.5 L/100Km, a 110 ne cosuma 6.0, ed ai 130 esplode oltre i 9.0. Quindi valutate voi se per arrivare qualche minuto prima (magari poi speso a guardare la TV) vi convenga spendere il DOPPIO. In salita c'è poco da fare, tranne che non richiedere inutilemente il massimo delle prestazioni. In discesa quando frenate non usate la folle ma il freno motore (marcia più bassa possibile inserita): altrimenti distruggereste i freni e i consumi sarebbero addirittura superiori dato che a folle, essendo il motore scollegato dalle ruote, bisogna consumare carburante per tenerlo al minimo. Riepilogo: Usate il meno possibile i pedali dell'acceleratore e freno, e quando li usate premeteli il meno possibile; non conta la velocità ma le accelerazioni/decelerazioni, cercate di mantenere velocità costante (per far ciò cercate di avere più margine possibile con chi vi precede, nonchè cercare di prevedere l'andamento del traffico anticipando i rallentamenti guardando oltre l'auto che vi precede).

- Tenete marcia più alta possibile. - In autostrada non andate oltre i 100 km/h. Conclusioni: Oltre a consumare meno riscoprite i mezzi da 0.0 L/100Km che possono fare più di quello che credete, quali le gambe (ad es. non cercando il parcheggio più vicino possibile come se doveste trasportare una lavatrice ma usando il primo che si trova e proseguendo a piedi: spesso ci metterete meno tempo che cercare parcheggio, e sicuramente vi stresserete di meno e farete un po' di moto) e la bicicletta con gomme gonfiate col compressore (per andare al mare, col traffico che c'è faccio prima che in auto). Mentre voi consumate più carburante e inquinate di più, in medioriente costruiscono paradisi terrestri grazie al petrolio. Per ultimo ma il più importante: andando con più calma (senza correre e mantenendo distanza di sicurezza) non solo risparmiate carburante, ma potrebbe anche salvarvi la vita.

Fonte: Facebook.com
Coldiretti: l'inflazione frena, ma è perchè la gente non mangia più

Coldiretti: l'inflazione frena, ma è perchè la gente non mangia più

Si svuota il carrello della spesa e si riduce l'i....

Leggi Tutto..

Benzina, il governo smentisce il maxi aumento

Benzina, il governo smentisce il maxi aumento

  AGGIORNAMENTO: Il Tesoro smentisce. Non ci ....

Leggi Tutto..

L’auto che cambia colore con la “vernice magica”

L’auto che cambia colore con la “vernice magica”

Magari non potremo cambiare l’auto con la stess....

Leggi Tutto..

I piloti si addormentano: aereo salvato dal sistema automatico

I piloti si addormentano: aereo salvato dal sistema automatico

Polemica in Regno Unito per quanto dichiarato da ....

Leggi Tutto..

Rifiuta la birra, la obbligano a bere 20 litri d'acqua: grave giovane studentessa

Rifiuta la birra, la obbligano a bere 20 litri d'acqua: grave giovane studentessa

Una matricola universitaria francese è stata pro....

Leggi Tutto..

Adam Richman perde 30 kg dopo l’addio alla tv

Adam Richman perde 30 kg dopo l’addio alla tv

Il conduttore tv Adam Richman ha cambiato obietti....

Leggi Tutto..

 Catturato alligatore record nel Mississipi

Catturato alligatore record nel Mississipi

Aveva stabilito il record per aver pescato l’al....

Leggi Tutto..

L'hacker che dalla cameretta guadagnava 50mila dollari al mese

L'hacker che dalla cameretta guadagnava 50mila dollari al mese

Conti internazionali, scommesse on line: a soli 1....

Leggi Tutto..

Così potrebbe estinguersi l’umanità nei prossimi decenni

Così potrebbe estinguersi l’umanità nei prossimi decenni

Scenari dal futuro di Redazione Scienze 13 settem....

Leggi Tutto..

Ecco gli asteroidi che possiamo “acciuffare”

Ecco gli asteroidi che possiamo “acciuffare”

Nonostante non manchino le perplessità, il presi....

Leggi Tutto..

Siria, Hollande:

Siria, Hollande: "Avanti anche senza Gb". Bonino: "Si rischia la guerra mondiale"

ROMA - Stati Uniti e Francia vanno avanti. Anche ....

Leggi Tutto..

Fukushima, tra un anno l’acqua radioattiva arriverà in California

Fukushima, tra un anno l’acqua radioattiva arriverà in California

Ancora problemi dalla centrale nucleare di Fukush....

Leggi Tutto..

La “mamma” di Miley Cyrus dopo il twerk hot: “Dove ho sbagliato con lei?”

La “mamma” di Miley Cyrus dopo il twerk hot: “Dove ho sbagliato con lei?”

La polemica sulla performance hot di Miley Cyrus ....

Leggi Tutto..

Sposati per 66 anni, muoiono lo stesso giorno a poche ore di distanza

Sposati per 66 anni, muoiono lo stesso giorno a poche ore di distanza

Un amore senza fine. Che li ha legati per una vit....

Leggi Tutto..

È in carcere, gli arriva una cartella Imu: per lo Stato la cella è prima casa

È in carcere, gli arriva una cartella Imu: per lo Stato la cella è prima casa

È in carcere, gli arriva una cartella Imu: per l....

Leggi Tutto..

“Trasportava uranio” nelle scarpe, uomo arrestato all'aeroporto di New York

“Trasportava uranio” nelle scarpe, uomo arrestato all'aeroporto di New York

Le autorità statunitensi puntano il dito contro ....

Leggi Tutto..

Kenya, matrimonio a tre: due uomini sposeranno la stessa donna

Kenya, matrimonio a tre: due uomini sposeranno la stessa donna

Due mariti per una moglie: un trio di sposi che p....

Leggi Tutto..

Rodotà contro Scalfari

Rodotà contro Scalfari

Questa la lettera di Stefano Rodotà a Eugenio Sca....

Leggi Tutto..

Sempre chiacchere

Sempre chiacchere

Ancora chiacchiere.Sono passati nove giorni dalle ....

Leggi Tutto..

Il commento di Crozza su facebook

Il commento di Crozza su facebook

Crozza, dopo la copertina di ieri a Ballarò, sc....

Leggi Tutto..

Negli Stati Uniti spopola lo spinello elettronico

Negli Stati Uniti spopola lo spinello elettronico

Dopo la sigaretta elettronica arriva… lo spinel....

Leggi Tutto..