Le frasi celebri di pablo neruda

 

 

"Ridere è il linguaggio dell'anima.."
 
"Amo ciò che di tenace ancora sopravvive nei miei occhi,
nelle mie camere abbandonate dove abita la luna, e ragni di mia proprietà,
e distruzioni che mi sono care, adoro il mio essere perduto,
la mia sostanza imperfetta...."
 
"Chissà se un giorno, guardando negli occhi di chi ti avrà dopo di me
cercherai qualcosa che mi appartiene."
 
"Il bambino che non gioca non è un bambino,
ma l'adulto che non gioca ha perso per sempre
il bambino che ha dentro di sé"
 
"Voglio fare con te
quello che la primavera fa con i ciliegi."
 
"Che posso farci, sono felice.
Sono più sterminato dell'erba nelle praterie."
 
"Mia dolce, di che profumi, di quale frutto,
di quale stella, di quale foglia?"
 
"Perchè l'amore, mentre la vita ci incalza,
è semplicemente un'onda alta tra le onde."
 
"Come bianchi fazzoletti d'addio viaggiano le nubi,
il vento le scuote con le sue mani peregrine."
 
"Perchè tu mi possa sentire,
le mie parole si fanno sottili,
a volte, come impronte di gabbiani sulla spiaggia."